Categoria: Chirurgia in laparoscopia

Questo tipo di intervento trova applicazione per infezioni all’utero che nel cane sono molto frequenti, si tratta di infezioni che non regrediscono con la terapia antibiotica e che trovano come unico rimedio l’asportazione in toto dell’utero.

 

Come tutti gli interventi eseguiti con tecnica endoscopica anche questo può vantare un taglio chirurgico minimo (3 o 4 fori) e una ripresa nel periodo post operatorio estremamente più rapida. Infatti se eseguito con la tecnica tradizionale questo intervento richiede un taglio più lungo di quello che viene effettuato per l’asportazione delle sole ovaie.

Il coinvolgimento di estese strutture muscolari è responsabile di un intenso dolore post operatorio ed il rischio di deiscenza delle suture richiede l’ utilizzo di un collare elisabettiano per diversi giorni. Tutto questo non è presente in corso di ovario isterectomia laparoscopica in virtù del fatto che gli accessi chirurgici si riducono a 3-4 fori di 0,5 – 1 cm. Ecco quindi che il paziente può essere dimesso dopo poche ore e tornare a condurre un tipo di vita normale già dopo 24 ore. 

Stampa