Sterilizzare la propria cagna comporta dei benefici da un punto di vista medico: se si effettua l’intervento prima del primo calore il rischio di tumori alle mammelle si riduce a meno dello 0,5% in confronto alle cagne non sterilizzate, se l’intervento viene eseguito dopo il primo calore l’incidenza aumenta all’ 8% mentre se si ritarda dopo il secondo calore l’aumento è del 25% (Slatter, trattato di chirurgia dei piccoli animali).

La sterilizzazione eseguita dopo gli 1,6-2 anni non svolge alcuna funzione preventiva nei confronti dei tumori alle mammelle, ma ovviamente previene i rischi di infezioni all’utero, le gravidanze indesiderate o le mastiti soprattutto nel caso in cui la cagna sia uno di quei soggetti predisposti ad avere la pseudogravidanza.

Inoltre sterilizzare la propria cagna/gatta è un intervento doveroso e corretto nei confronti della sovrappopolazione canina e felina e può di conseguenza portare ad alleggerire il carico dei canili e dei gattili con nuove adozioni. 


Eventi

News